OCM Vino 2014-2015 Paesi Terzi: Puglia, durata massima dei progetti pari a 3 anni

7980-regione-puglia-stemmaE’ uscito il 30 maggio 2014 la DETERMINAZIONE n°206 della Regione Puglia. Si delineano così le caratteristiche della nuova misura OCM Vino Paesi Terzi 2014-2015. I produttori, a cui la misura si rivolge, devono confezionare almeno il 25% della loro produzione o imbottigliare almeno 100.000 bottiglie ed esportare almeno il 5% della produzione totale: tali dati devono essere attestati dalle dichiarazioni di vendemmia degli ultimi tre anni, dai registri d’imbottigliamento e dalle fatture da cui si può evincere il numero delle bottiglie imbottigliate ed il numero di quelle esportate. I produttori in forma associativa e consorzi possono presentare più progetti per una stessa annualità in paesi diversi con aziende partecipanti diverse. I consorzi che vorranno accedere ai fondi di quota nazionale devono rappresentare il 5% della produzione nazionale attestato sulle dichiarazioni di produzione degli ultimi tre anni, mentre, se vogliano accedere ai fondi di quota regionale, dovranno dimostrare di rappresentare il 3% della produzione regionale che secondo i dati ISTAT in possesso per la campagna 2012/2013 è pari a 5.650.800 hl. Il progetto potrà avere durata massima di tre anni ed essere almeno del valore minimo di 100.000 euro. Uno stesso beneficiario, durante la realizzazione dei progetti, può presentare nuovi progetti purché riguardino Paesi terzi diversi. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del 30 giugno 2014.

Link esterni:

– Regione Puglia, DET. n°206 del 30 maggio 2014