OCM Vino Paesi Terzi 2015: Emilia Romagna, 100.000 € come limite minimo d’investimento

image_galleryE’ stata pubblicata la Deliberazione n°611 che regola la strutturazione del Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015 nella Regione Emilia Romagna: i produttori che possono presentare la domanda dovranno aver confezionato almeno il 25% della propria produzione od imbottigliato almeno 600.000 bottiglie ed abbiano esportato almeno il 10% del totale prodotto in relazione alla quantità di vino venduta o sul fatturato; tali parametri sono calcolati sulla media degli ultimi 3 anni. In Emilia Romagna la spesa ammissibile non può essere superiore al 20% del volume di affari del beneficiario e per ogni Paese target l’investimento minimo ammissibile dovrà essere di almeno 100.000 €. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 24 giugno 2015 ed il contributo massimo che verrà erogato alle aziende ammesse a contributo sarà pari al 50% delle spese ed investimenti necessari a svolgere il programma promozionale.

Link esterni:

– Regione Emilia Romagna: Deliberazione n°611

 

Annunci

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Trentino Alto Adige, chiusura ai progetti multiregionali

Stemma_Trentino_-_Südtirol.svgE’ stato pubblicato il Decreto n°6369/2015 circa il Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015: la promozione ammissibile è limitata alle denominazioni di origine protette dei vini “Alto Adige” e “Caldaro” o “Lago di Caldaro” ed alle indicazioni geografiche dei vini “Weinberg Dolomiten” e “Mitterberg”. Il Bando si rivolge ad aziende vitivinicole con una produzione annua di oltre 750.000 bottiglie da 0,75 l, con denominazioni di origine protette dei vini “Alto Adige” e “Caldaro” o “Lago di Caldaro” ed un’esportazione di almeno 15% di tale prodotto. Il progetto potrà essere di durata massima pari a 3 anni, tuttavia, se necessario, esso può essere oggetto di un unico rinnovo, per un periodo non superiore a 2 anni. Si chiude alla possibilità di cofinanziare progetti multiregionali.

Link esterni:

– Regione Trentino Alto Adige: Decreto n°6369/2015

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Campania, massima durata del progetto pari a 3 anni

download (1)E’ stato pubblicato il Decreto regionale n°72 della Regione Campania che stabilisce le misure attuative circa il Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015: il progetto di promozione potrà avere una durata massima di 3 anni ed un valore minimo per Paese od Area target pari a 100.000 €. Le risorse a disposizione sono 1.941.932 € e sono destinati 200.000 € per il cofinanziamento di progetti multiregionali. Le aziende che intendono partecipare al Bando dovranno dichiarare di aver prodotto nell’annualità 2013/2014 o 2014/2015 almeno 200.000 bottiglie ed una percentuale di export pari al 5% del fatturato. I progetti dovranno esser presentati entro e non oltre le ore 20.00 del 7 luglio 2015.

Link esterni:

– Regione Campania: Decreto regionale n°72

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Sicilia, limite minimo per progetto pari a 100.000 €

downloadE’ uscito il DDG n°2904 della Regione Sicilia riguardante le specifiche del bando OCM Vino Paesi Terzi 2015. I produttori siciliani che intendono partecipare dovranno aver confezionato almeno il 25% della propria produzione od imbottigliato almeno 25.000 bottiglie ed avere una percentuale export di almeno il 5% in riferimento all’annualità 2014-2015; con un budget a disposizione pari a 7.074.801 €, ogni progetto presentato deve essere del valore minimo di 100.000 € ed avrà un contributo a fondo perduto pari al 50% del valore del progetto. I progetti andranno presentati entro e non oltre le ore 14.00 del 19 giugno 2015 e non è consentita la consegna “brevi manu”, come determinato anche dal decreto nazionale n°35124 del 14/05/2015, ma solo a mezzo corriere espresso o raccomandata. La durata del progetto può essere al massimo di tre anni ed uno stesso beneficiario può proporre nuovi progetti per paesi terzi diversi. Dato che il decreto non presenta esplicita apertura o chiusura alla possibilità che la Regione possa cofinanziare progetti multiregionali, ci si dovrà rifare all’art.4 comma 5 del decreto nazionale n°35124 in cui si dice che “Le Regioni che non pubblichino propri Inviti possono avvalersi degli Inviti di altre Regioni, con le quali stipulano specifica convenzione, per presentare progetti multiregionali”.

Link esterni:

– Regione Sicilia: DDG n°2904 (scaricabile da elenco “comunicazioni”)

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Friuli Venezia Giulia, apertura al multiregionale

friuli-venezia-giuliaE’ uscita la Delibera n°973 che regola l’attuazione del Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015: si apre alla possibilità di cofinanziare progetti multiregionali, destinando un costo massimo per progetto pari a 4.000.000 € sia laddove fosse la Regione Friuli Venezia Giulia la capofila o meno. Sono destinati 300.000 € a progetti nei quali sia suddetta regione la capofila e 200.000 € laddove invece non lo sia. I progetti dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.30 del 23 giugno 2015. Non vi è specifica indicazione riguardo il limite minimo di 100.000 € per progetto, dunque dovremo fare riferimento al limite massimo per progetto stabilito dal decreto nazionale n°35124 del 14/05/2015 art.1 comma 1, in cui determina che la spesa massima ammissibile non debba superare il 20% del volume d’affari realizzato dal beneficiario.

Link esterni:

– Regione Friuli Venezia Giulia: Delibera n°973

Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015: aiuti concreti per l’export

ministero1-460x295E’ finalmente uscito il D.M. n°35124 del 14/05/2015 che regola ed indica, per l’annualità 2015-2016, le modalità operative e procedurali per l’attuazione del D.M. n°4123 del 22/07/2010, in cui vi sono descritte le modalità attuative della misura “Promozione sui mercati dei Paesi Terzi”.

Tale strumento consentirà alle aziende che entreranno a contributo, in seguito all’ammissione delle proprie domande, di poter accedere ad un cofinanziamento del 50% da parte della Comunità Europea circa un progetto di promozione della durata di un anno verso Paesi terzi. Nei prossimi giorni usciranno a scaglioni i decreti delle singole regioni che definiranno, sempre restando all’interno del D.M. in oggetto, le condizioni di partecipazione alla gara, sia in termini di caratteristiche dei beneficiari che in termini di caratteristiche del progetto di promozione da portare a domanda.

ocmvino-logo-300x130

Si prevede che orientativamente il periodo di presentazione delle domande copra tutto il mese di giugno (come l’annualità precedente) ed i termini di apertura e di chiusura di tale finestra differiranno di pochi giorni da una regione e l’altra. Entro il 29 luglio 2015 le Regioni comunicheranno ai soggetti proponenti gli esiti definitivi dei progetti da parte dei competenti Comitati di valutazione.

Sono ammessi, come negli anni passati, i progetti multiregionali, anche se è lasciato al libero arbitrio delle singole regioni la possibilità di aprirsi o meno a tale possibilità.

Per quanto riguarda il progetto da presentare, il D.M. n°35124 del 14/05/2015 indica che l’importo massimo delle spese ammissibili non può essere superiore al 20% del volume d’affari realizzato dal beneficiario con riferimento all’ultimo bilancio approvato.

Logo

La ToscanWine Group opera attraverso questo importantissimo strumento in due modi:

Elaborazione della domanda per accedere a contributo su commissione dell’azienda proponente e rendicontazione.

Elaborazione della domanda per accedere a contributo su commissione dell’azienda proponente, messa in atto del programma promozionale e rendicontazione.

Per saperne di più si prega di contattarci ai recapiti che troverete nella sezione “contatti“.

Link esterni:

– D.M. n°35124 del 14/05/2015

Giro di Vite alla Seoul International Wines&Spirits Expo 2015

SeoulInternationalWine&SpiritsExpo2015Si è concluso da poco l’evento fieristico più importante per il settore beverages in Corea del Sud, la Seoul International Wines&Spirits Expo, che ha avuto luogo nella capitale coreana dal 23 al 25 aprile 2015.

Giro di Vite ha partecipato a tale evento con sei aziende italiane provenienti da cinque regioni diverse d’Italia, riuscendo così a proporre ben 17 etichette, espressioni diverse di tipicità del panorama vitivinicolo italiano, l’una complementare all’altra: La Crotta di Vegneron (Valle d’Aosta), Cantina Donini (Umbria), Azienda Vitivinicola Bresciani (Lombardia), Azienda Agricola Femìa (Campania), Ca’ Di Frara (Lombardia), Società Agricola Betti (Toscana).

20150422_102621 - Copia 20150423_110801

20150422_102633 - Copia 20150423_110718

20150423_121036 

IMG-20150504-WA0018

IMG-20150504-WA0033

Per l’occasione ha preso vita un nuovo progetto targato ToscanWine Group: WineHeArt.

Con tale brand, si cerca di legare assieme arte e vino, con la volontà di proporre al pubblico un qualcosa che attiri, attragga, diverta, ma soprattutto di proporre qualcosa di unico. E’ stata dunque presentata la collezione di Aleandro Roncarà featuring Cantina Donini, la pop-art che abbraccia dell’ottimo barbera umbro ed un vino liquoroso di straordinaria intensità, sempre ottenuto dalle viti dell’azienda di Diego Donini. La collezione è composta da cinquanta pezzi, di cui solo due opere sono state esposte al Coex di Seoul.

Copia di Pannello_50_70 

IMG-20150504-WA0013

IMG-20150504-WA0011

L’evento fieristico ha visto un’ottima affluenza di esperti del settore e grande interesse è ruotato intorno al nostro stand; la ToscanWine Group, con il suo brand, era al lavoro con Matteo Mangoni e Niccolò Ruggiero, coadiuvati dal prezioso aiuto del traduttore coreano Filippo Oh, coreano di nascita, ma italiano d’adozione (dato che ormai è dieci anni che vive e lavora in Italia nel mondo del vino) ed ottimi sono stati i risultati raggiunti al termine dell’importante manifestazione coreana.

In seguito ai contatti avuti in fiera, nei giorni successivi, si sono svolti incontri sia con importatori che con wine educators coreani: è importante infatti, per la nostra strategia di approccio ai mercati asiatici, intrecciare rapporti con persone che “parlano di vino” nei Paesi target, in modo tale da farsi conoscere, far conoscere e degustare insieme i prodotti che grazie al loro lavoro di divulgazione potranno raccogliere interesse intorno a loro.