Incontro con Stephane Son, sommelier e wine educator sudcoreano

20150426_212903Durante la nostra presenza in Corea del Sud in occasione della Seoul International Wines&Spirits Expo 2015, abbiamo avuto il piacere di conoscere un’importante personalità coreana, il Prof. Stephane Son, sommelier ed esperto wine educator coreano che ha scritto ben tre libri in cui recensisce, per gli amanti del vino in Corea del Sud, vini da tutto il mondo. Ecco in basso la foto di uno dei suoi libri in cui recensisce ben trecento etichette.

20150426_224243

Lo abbiamo conosciuto presso il nostro booth, incuriosito dalle diverse tipicità che presentavamo ed abbiamo poi organizzato presso il ristorante Merlot, wine restaurant tra i più famosi di Seoul, una cena con degustazione delle nostre etichette. In occasione della cena abbiamo aperto il Gamay DOC dell’azienda valdostana La Crotta di Vegneron, il Fiano IGP “Verzì” dell’azienda campana Femìa ed il Chianti Montalbano Riserva dell’azienda toscana Betti.

20150426_200000 20150426_195243 20150426_195953

Le altre bottiglie sono state offerte al Prof. Son in quanto le andrà a degustare durante una delle sue lezioni con sommelier ed appassionati di vino coreani, con seguente recensione on-line dei vini stessi. La serata è stata molto piacevole ed un’occasione preziosa per capire ancor meglio la realtà di un mercato interessante come quello coreano dalle parole di chi è coreano e soprattutto parla di vino in Corea del Sud.

20150426_202609 20150426_195221

Tra i tanti temi affrontati, interessante è stato capire come il Prof. Son ritenga che ci sia un grande futuro nel suo Paese per i vini italiani: i dati concreti parlano di 500 ristoranti a Seoul che cucinano italiano o a cui piace cucinare italiano e, secondo il professore, il 50% dei ristoranti in Corea del Sud sono italiani. Ritiene anche che il nostro vino in Corea sia legato all’idea di un prodotto che nasce dalla tradizione, qualità unita ad una profonda cultura enologica che caratterizza il nostro Paese; diversamente il vino francese si lega più al concetto di lusso, ad un’immagine da VIP ed al concetto di esclusività, mentre i vini australiani, cileni, spagnoli sono percepiti come il compromesso migliore in relazione al rapporto qualità-prezzo.

20150426_215519

Da questo incontro abbiamo avuto ancora una volta conferma di quanto sia fertile questo mercato per le nostre aziende vitivinicole: c’è voglia di capire, conoscere, scoprire ciò che la nostra terra ed i nostri produttori possono offrire e soprattutto voglia di comunicarlo nel proprio paese. Per questo motivo riteniamo strategicamente importante legare con persone che possono comprendere e divulgare quello spaccato d’Italia del vino che il brand Giro di Vite vuole far conoscere ed apprezzare.

Giro_di_Vite_definitivo_

In tale ottica, per la prossima tappa a Seoul, abbiamo già programmato con il Prof. Son una degustazione dei vini che rappresentiamo con sommelier ed esperti del settore al fine di continuare il lavoro di divulgazione e promozione delle nostre eccellenze.

 

Annunci

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Piemonte, la dotazione finanziaria ammonta a 7.111.383 €

regione piemonte logoIl decreto regionale n°15-1537 del 08/06/2015 regola nel dettaglio il Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015 per quanto riguarda la Regione Piemonte. Le spese ed investimenti ammissibili per Paese Terzo non potranno essere inferiori a 100.000 €. La dotazione finanziaria della regione sabauda è pari a 7.111.383€, all’interno del quale si dedica 1.000.000 € per i progetti multi-regionali. I produttori che potranno presentare la domanda devono aver proceduto al confezionamento di una percentuale pari ad almeno il 25% della loro produzione o all’imbottigliamento di almeno 600.000 bottiglie ed abbiano, altresì, esportato almeno il 5% del totale prodotto. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 3 Luglio 2015, mentre per quanto riguarda le domande multiregionali il termine di presentazione è fissato entro e non oltre le ore 14.00 del 30 Giugno 2015.

Link esterni:

– Regione Piemonte: Determinazione n°343

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Abruzzo, 100.000 € limite minimo d’investimento

downloadCon la Determinazione n°DPD27/121 la Regione Abruzzo indica le modalità attuative per quanto riguarda il Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015. La dotazione finanziaria ammonta a 2.924.273 € e nei progetti promozionali presentati, che dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del 30 giugno 2015, non si potrà investire meno di 100.000 € per Paese od Area target. I produttori dovranno dimostrare di procedere all’imbottigliamento di almeno 150.000 bottiglie ed avere una percentuale export pari al 5% del vino prodotto secondo la media degli ultimi 3 anni (2012 – 2013 – 2014). Inoltre i progetti dovranno avere necessariamente la durata di un anno ed il loro valore non potrà eccedere più del 20% del fatturato dell’ultimo bilancio approvato dall’azienda.

Link esterni:

– Regione Abruzzo: Determinazione n° DPD27/121

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Umbria, 1.334.560 € la dotazione finanziaria a disposizione

downloadLa Regione Umbria comunica con la propria Determinazione Dirigenziale n°3861 che si atterrà fedelmente al Decreto nazionale n°35124/2015 stabilendo che le domande dovranno pervenire alla Regione entro e non oltre le ore 14.00 del 30 giugno 2015.

 

 

Link esterni:

– Regione Umbria: Decreto Dirigenziale n°3861

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Molise, 417.708 € a disposizione delle aziende molisane

regione-moliseCon la Determinazione dirigenziale n°150, la Regione Molise ha definito le modalità attuative del Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015. I produttori dovranno dimostrare attraverso le dichiarazioni di produzione ed imbottigliamento per la campagna 2014 di confezionare il 25% della loro produzione o imbottigliare almeno 100.000 bottiglie ed avere una percentuale export pari al 5% del totale prodotto. Inoltre il Molise, all’interno della sua Determinazione, presenta specifico invito per la presentazione di domande multiregionali. Per quanto riguarda gran parte delle specifiche del Bando, la Regione adotta fedelmente quelle del Decreto nazionale di riferimento n°35124 del 14/05/2015. Il termine di presentazione delle domande è fissato per le ore 14.00 del 26 giugno 2015.

Link esterni:

– Regione Molise: Determinazione dir. n°150

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Toscana, apre alle domande multiregionali

175_RegioneToscanaCol Decreto n°121 la Regione Toscana ha definito le modalità attuative del Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015. I progetti di promozione per ogni Paese od Area target non potranno essere inferiori a 100.000 € ed inoltre non potranno superare il 20% del volume d’affari realizzato risultante dall’ultimo bilancio approvato. Il progetto dovrà avere durata annuale. I produttori che intenderanno partecipare al bando dovranno dimostrare di imbottigliare almeno il 25% della loro produzione od imbottigliare almeno 300.000 bottiglie (media ultimi 3 anni) ed avere una percentuale export del 5% nell’ultimo anno. La Regione Toscana apre ai progetti multiregionali e vi destina 1.500.000 € divisi in 1.000.000 € per i progetti in cui la capofila sia un’azienda toscana e 500.000 € in cui la capofila non sia toscana. I progetti dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 29 giugno 2015.

Link esterni:

– Regione Toscana: Decreto n°121

OCM Vino Paesi Terzi 2015: Lombardia, limite minimo investimento per Paese Terzo pari a 100.000 €

regione-lombardia-300x198Il decreto regionale n°4634 regola nel dettaglio il Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015 per quanto riguarda la Regione Lombardia. Le spese ed investimenti ammissibili per Paese Terzo non potranno essere inferiori a 100.000 € e non potranno superare il 20% del volume di affari in relazione all’ultimo bilancio approvato; il contributo massimo a beneficiario è pari a 400.000 € e si evince, inoltre, dal decreto che il progetto promozionale non potrà avere durata maggiore di 1 anno. La Regione Lombardia apre a programmi di promozione multiregionali e vi destina 600.000 €, di cui 350.000 € per programmi in cui la Regione capofila sia la Lombardia e 250.000 € per quei programmi in cui, diversamente, non lo sia. I produttori che potranno presentare la domanda di accesso a contributo dovranno aver confezionato almeno il 75% della loro produzione o imbottigliato 600.000 bottiglie, secondo la media degli ultimi 3 anni ed avere una percentuale di export pari almeno al 5% del vino prodotto nel 2014. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 16.30 del 29 giugno 2015, se contenenti progetti multiregionale, diversamente quelli regionali potranno pervenire entro e non oltre le ore 16.30 del 2 luglio 2015.

Link esterno:

– Regione Lombardia: Decreto regionale n°4634