Giro di Vite alla Vietfood&Beverage 2015

20150908_155733Si è conclusa da poco la diciannovesima edizione della Vietfood&Beverage 2015 che si è tenuta ad Ho Chi Minh City in Vietnam dal 9 al 12 settembre. La ToscanWine Group è stata presente con il suo brand Giro di Vite in rappresentanza di quattro aziende italiane:

  • Fattoria Betti (Toscana)

download (1)

  • Rinaldi Vini (Piemonte)

logo_rinaldi_google

  • La Crotta di Vegneron (Val d’Aosta)

LOGO LA CROTTA DI VEGNERON

  • Ca’ di Frara (Lombardia)

logo CA' DI FRARA Viticoltori dal 1905 png

L’evento fieristico ha portato molti contatti ed aperto a possibilità di partnership commerciali con importatori e distributori vietnamiti alla ricerca di vini italiani. Ricca è stata la presenza anche di ristoratori e persone del canale horeca intenzionati a cercare prodotti italiani da inserire nel proprio portfolio.

(In basso le varie fasi di allestimento del booth)

20150908_125653 20150908_125710 20150908_141910 20150908_144703 IMG-20150909-WA0002

Il bilancio fieristico è risultato assolutamente positivo con ottimi contatti agganciati in fiera e poi sviluppati al di fuori della manifestazione con appuntamenti che ci hanno permesso di promuovere le nostre aziende ed il nostro brand in maniera importante, ponendo basi solide per trattative che a breve ci porteranno all’entrata in una dei mercati più interessanti e giovani del panorama asiatico.

20150910_121511

Niccolò Ruggiero, Co-Founder ed Export Manager della ToscanWine Group

IMG-20150909-WA0037

Matteo Mangoni, Co-Founder ed Export Manager della ToscanWine Group con la traduttrice vietnamita di Giro di Vite Miss Mai Linh

In Vietnam la presenza di vino italiano è limitata solo ai grandi nomi (come spesso accade in mercati giovani), mentre hanno buon mercato soprattutto i vini cileni ed argentini. In questi Paesi non si può prescindere da una forte attenzione al prezzo ed al packaging, aspetti importanti per creare appeal nei confronti degli importatori.

IMG-20150913-WA0016

Sono tanti dunque i punti percentuali che il vino italiano può conquistare in un mercato che sta crescendo e dove la richiesta di vino sta aumentando di anno in anno, ma per farlo occorre promuoversi, andare sul territorio, fare “corpo a corpo” con i competitors, creare contatti e svilupparli in modo intelligente e puntuale. Peccato che questi presupposti vengano poi traditi, per gran parte, vedendo che nell’unica fiera di rilievo del Paese l’Italia del vino contava solo due booth: Giro di Vite e Cantine Salvano (Piemonte).

Ca di Frara

Ca’ di Frara

rinaldi

Rinaldi Vini

Betti

Fattoria Betti

La Crotta di Vegneron

La Crotta di Vegneron

La voglia di conoscere il vino italiano è presente, c’è tanto da fare per guadagnar terreno sui nostri competitors ed a volte l’unico limite risiede nel non voler raggiungere mercati che diventeranno, in pochi anni, punti di riferimento per il commercio mondiale del vino.

Giro di Vite continuerà il suo percorso a novembre in occasione della Hong Kong International Wine&Spirits Fair 2015.

Annunci