Giro di Vite alla Seoul International Wines&Spirits Expo 2015

SeoulInternationalWine&SpiritsExpo2015Si è concluso da poco l’evento fieristico più importante per il settore beverages in Corea del Sud, la Seoul International Wines&Spirits Expo, che ha avuto luogo nella capitale coreana dal 23 al 25 aprile 2015.

Giro di Vite ha partecipato a tale evento con sei aziende italiane provenienti da cinque regioni diverse d’Italia, riuscendo così a proporre ben 17 etichette, espressioni diverse di tipicità del panorama vitivinicolo italiano, l’una complementare all’altra: La Crotta di Vegneron (Valle d’Aosta), Cantina Donini (Umbria), Azienda Vitivinicola Bresciani (Lombardia), Azienda Agricola Femìa (Campania), Ca’ Di Frara (Lombardia), Società Agricola Betti (Toscana).

20150422_102621 - Copia 20150423_110801

20150422_102633 - Copia 20150423_110718

20150423_121036 

IMG-20150504-WA0018

IMG-20150504-WA0033

Per l’occasione ha preso vita un nuovo progetto targato ToscanWine Group: WineHeArt.

Con tale brand, si cerca di legare assieme arte e vino, con la volontà di proporre al pubblico un qualcosa che attiri, attragga, diverta, ma soprattutto di proporre qualcosa di unico. E’ stata dunque presentata la collezione di Aleandro Roncarà featuring Cantina Donini, la pop-art che abbraccia dell’ottimo barbera umbro ed un vino liquoroso di straordinaria intensità, sempre ottenuto dalle viti dell’azienda di Diego Donini. La collezione è composta da cinquanta pezzi, di cui solo due opere sono state esposte al Coex di Seoul.

Copia di Pannello_50_70 

IMG-20150504-WA0013

IMG-20150504-WA0011

L’evento fieristico ha visto un’ottima affluenza di esperti del settore e grande interesse è ruotato intorno al nostro stand; la ToscanWine Group, con il suo brand, era al lavoro con Matteo Mangoni e Niccolò Ruggiero, coadiuvati dal prezioso aiuto del traduttore coreano Filippo Oh, coreano di nascita, ma italiano d’adozione (dato che ormai è dieci anni che vive e lavora in Italia nel mondo del vino) ed ottimi sono stati i risultati raggiunti al termine dell’importante manifestazione coreana.

In seguito ai contatti avuti in fiera, nei giorni successivi, si sono svolti incontri sia con importatori che con wine educators coreani: è importante infatti, per la nostra strategia di approccio ai mercati asiatici, intrecciare rapporti con persone che “parlano di vino” nei Paesi target, in modo tale da farsi conoscere, far conoscere e degustare insieme i prodotti che grazie al loro lavoro di divulgazione potranno raccogliere interesse intorno a loro.

Annunci

Seoul International Wines & Spirits Expo, 23-24-25 aprile 2015

 

SeoulInternationalWine&SpiritsExpo2015

Dal 23 al 25 aprile 2015 si terrà a Seoul presso il COEX, la tredicesima edizione del Seoul Wine & Spirits Expo 2015; l’evento più importante dedicato al vino in Corea del Sud.

La partecipazione a questa Fiera è un fondamentale tassello per aprirsi la strada e consolidare la propria presenza nel mercato coreano per le aziende vitivinicole italiane. L’evento fieristico è organizzato dalla KWSIA, l’organizzazione degli importatori coreani del settore Wine&Spirits, e già questo elemento fa intuire la specificità e l’importanza dell’evento. Per i primi due giorni l’accesso è riservato ad operatori del settore, soltanto l’ultimo giorno è aperto a tutti. Nella scorsa edizione erano presenti più di 200 exhibitors, in rappresentanza di 18 Paesi, per uno spazio occupato pari a 7.776 mq.

L’Italia era il terzo paese in termine di presenza con 18 booths, superato solo da Corea e Spagna. I buyers certificati sono stati ben 5.695 (su un totale di circa 20.000 persone, con un picco di presenze ovviamente nell’ultimo giorno), suddivisi tra importatori diretti di vino, circa il 14%, ristoratori 19%, esponenti di supermercati e retail con il 10%, esponenti del settore alberghiero con l’8%, ed il restante suddiviso tra spirits importer, bar, personalità governative e stampa.

Logo_x_articolo download logo 

La ToscanWine Group promuove la partecipazione a tale evento fieristico da parte delle aziende italiane all’interno del proprio brand Giro di Vite. 

La partecipazione collettiva all’interno di Giro di Vite permette di ridurre l’investimento per azienda, garantisce sia la complementarità dei prodotti da aziende di varie regioni italiane, sia una serie di servizi che vanno dall’organizzazione e gestione tecnico-logistica pre e post fiera, fino ad un attento follow up dei contatti.

Maggiori informazioni verranno prodotte attraverso i contatti diretti della ToscanWine Group.