OCM Vino 2014-2015 Paesi Terzi: Piemonte, apre ai progetti multiregionali

regione piemonte logoE’ uscito il DD n. 527 del 12/06/2014 della Regione Piemonte circa le specifiche del bando OCM Vino Paesi Terzi 2014-2015. I progetti dovranno essere del valore minimo di 100.000 euro per Paese terzo o Area ed i progetti potranno avere lunghezza massima pari ad un anno. I produttori a cui si rivolge la misura dovranno confezionare almeno il 25% della produzione totale o imbottigliare 600.000 bottiglie ed avere una quota export non inferiore al 5%. Per quanto riguarda i consorzi di tutela, dovranno rappresentare almeno il 3% della produzione regionale ed i loro progetti potranno avere un valore massimo pari a 6.000.000 euro per progetto. Le associazioni di produttori invece potranno presentare progetti del valore massimo pari a 2.000.000 euro. I consorzi di tutela e le associazioni di produttori, inoltre, potranno presentare per la stessa annualità più progetti, ma rivolti a Paesi terzi diversi e in compartecipazione con aziende diverse. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 7 luglio 2014.

Link esterni:

– Regione Piemonte,  DD n. 527 del 12/06/2014

Annunci

OCM Vino 2014-2015 Paesi Terzi: Calabria, abbattuto il limite minimo di 100.000 euro

downloadE’ uscito il decreto della Regione Calabria n°6973 del 9 giugno 2014 che indica le specifiche per il bando OCM Vino Paesi Terzi 2014-2015. Il progetto potrà essere di durata massima pari a tre anni e medesimi beneficiari potranno presentare nuovi progetti rivolti a Paesi terzi diversi. La Regione consente la presentazione di progetti multiregionali. Il progetto non dovrà essere del valore minimo di 100.000 euro, ma si pone un limite massimo pari al 20% del fatturato dell’ultimo bilancio approvato. I consorzi di tutela dovranno avere una quota export almeno del 5%; i produttori e le associazioni di produttori dovranno dimostrare di avere le necessarie capacità tecniche, senza indicare ulteriori paletti. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 28 giugno 2014.

Link esterni:

– Regione Calabria, Decreto n°6973 del 9 giugno 2014

OCM Vino 2014-2015 Paesi Terzi: Lombardia, apre alla possibilità di progetti multiregionali

regione-lombardia-300x198E’ uscito il 30 maggio 2014 la Delibera n°1890 della Regione Lombardia. Tale norma detta le specifiche circa il bando OCM Vino Paesi Terzi 2014-2015. I beneficiari, sia organizzazioni di produttori sia singoli produttori e loro associazioni, devono provvedere al confezionamento di almeno il 75% della loro produzione o all’imbottigliamento di almeno 600.000 bottiglie, con riferimento alla media dei tre anni antecedenti alla presentazione della domanda ed avere esportato almeno il 5% del vino prodotto nel 2013. Si prevedono progetti esclusivamente annuali con un contributo massimo ammissibile pari a 400.000 euro, aumentato in caso di disponibilità di budget, e contributo massimo del 50% sulla spesa ammissibile; il progetto di promozione deve essere del valore minimo di 100.000 euro. Per quanto riguarda i progetti multiregionali sono 600.000 euro i fondi destinati, di cui 350.000 euro per progetti in cui la Lombardia è capofila. Ancora non è stata determinata la chiusura del periodo utile a far pervenire le domande per essere ammessi a contributo.

Link esterni:

– Regione Lombardia, Delibera n°1890 del 30 maggio 2014

OCM Vino 2014-2015 Paesi Terzi: Veneto, apre ai progetti multiregionali

downloadE’ uscito in data 30 maggio 2014, all’interno del BUR. n°55, il bando della Regione Veneto circa la misura OCM Vino Paesi Terzi 2014-2015. I beneficiari, che siano produttori singoli o in forma associativa od anche consorzi, per accedere a tale misura dovranno aver esportato almeno il 5% della loro produzione. Vi sono due “linee di spesa”: la prima, mira ad “azioni di promo-commercializzazione”, la seconda, invece, rivolta ai soli consorzi di tutela e loro forme associative, mira a svolgere “azioni di denominazioni precompetitive” della denominazione rappresentata dal soggetto proponente. Il progetto, che deve avere durata di un anno, per quanto riguarda la prima “linea di spesa”, non può avere un valore maggiore a 1.000.000 euro per beneficiario, mentre, per la seconda, questo limite massimo per beneficiario è ridotto a 400.000 euro. Per entrambe le “linee di spesa” il valore minimo di un progetto deve essere pari a 100.000 euro. Ci sono dei criteri di ammissibilità per quanto riguarda le Ati tra produttori per cui, per azienda, il costo minimo da sopportare debba essere di almeno 2.500 euro; inoltre la seconda “linea di spesa” è praticabile solo dai consorzi di tutela attraverso una determinazione del contributo massimo erogabile che si lega alla produzione certificata del 2013 per denominazione di competenza. Le domande devono pervenire entro e non oltre le ore 17.00 del 30 giugno 2014 per quanto riguarda i progetti regionali, entro e non oltre le 17.00 del 23 giugno 2014, per quelli multiregionali.

Link esterni:

– Regione Veneto, BUR. n°55 del 30 maggio 2014